Voglia di scoprire ogni lato della penisola? Perché non iniziare dalle coste! Italia Coast to Coast è un itinerario di ben 410 chilometri che va dall’Adriatico al Tirreno, alla scoperta del territorio.

Generalità

Italia Coast to Coast è un itinerario ricco di natura, storia, spiritualità alla scoperta di un’Italia variegata, tra tradizioni, luoghi autentici, popolazioni millenarie, antiche vie, arte e chiaramente natura! Camminando da una costa all’altra, precisamente dalla costa Adriatica a quella Tirrenica, avremo la possibilità di scoprire il cuore del nostro paese. A piedi o in bici, si andranno ad attraversare ben quattro regioni, per un totale di 18 tappe e 410 chilometri i in cui non mancheranno panorami, emozioni e ricordi indelebili di un Paese che ha tanto da donare, soprattutto in questo momento (quando saremo liberi di tornare a camminare, la nostra penisola avrà bisogno di noi!).

Nella nostra descrizione ci concentreremo sull’itinerario a piedi, leggermente diverso da quello in bici: il primo si sviluppa per 410 km suddivisi in 18 tappe giornaliere, mentre il secondo è di 440 km e può essere suddiviso in 9 tappe giornaliere.


Ad ogni modo, il percorso inizia da Portonovo, sotto l’imponente monte Conero, a due passi da Ancona e, attraverso Marche, Umbria, Lazio e Toscana ci conduce alla Laguna di Orbetello, da dove potremo ammirare il meraviglioso Monte Argentario.

La bellezza di questo cammino risiede soprattutto nell’intento di far scoprire, attraverso il turismo slow, una parte “minore” del nostro paese solo perché meno conosciuta. Alcuni luoghi che incontreremo lungo il cammino sono quasi sconosciuti al turismo di massa, non per questo meno capaci di far emozionare, colpire, incuriosire e ammaliare il camminatore.

Le tappe del percorso a piedi

TAPPA 1: da Portonovo a Osimo (19,6 km)

TAPPA 2: da Osimo a Filottrano (19,2 km)

TAPPA 3: da Filottrano a Treia (21,3 km)

TAPPA 4: da Treia a San Severino Marche (20,4 km)

TAPPA 5: da San Severino Marche a Pioraco (27,8 km)

TAPPA 6: da Pioraco a Nocera Umbra (28 km)

TAPPA 7: da Nocera Umbra ad Assisi (23,5 km)

TAPPA 8: da Assisi a Gualdo Cattaneo (27,8 km)

TAPPA 9: da Gualdo Cattaneo a Todi (26,5 km)

TAPPA 10: da Todi a Civitella del Lago (19,6 km)

TAPPA 11: da Civitella del Lago a Orvieto (24,7 km)

TAPPA 12: da Orvieto a Bolsena (17,5 km)

TAPPA 13: da Bolsena a Onano (23,2 km)

TAPPA 14: da Onano a Sorano (13,7 km)

TAPPA 15: da Sorano a Pitigliano (19,6 km)

TAPPA 16: da Pitigliano a Manciano (26,1 km)

TAPPA 17: da Manciano a Capalbio (22,1 km)

TAPPA 18: da Capalbio a Orbetello (28,9 km)

Il percorso

Partendo da Portonovo, il primo paese che si incontra sul nostro percorso è Camerano, che sorge alle spalle del promontorio di Ancona, su un alto-piano coltivato da cui si produce il vino Rosso Conero. Ci si incammina quindi verso Osimo, città ricca d’arte e di storia. Per stradine sterrate attraverso le dolci colline marchigiane si sfiorano Filottrano e Treia, città romana su un’antica via tra le Marche e l’Umbria. Quindi ci si dirige verso San Severino Marche, città d’arte ai piedi dell’Appennino, l’inizio della tappa con destinazione Pioraco, in un percorso dalla grande valenza storica e naturalistica.

Si prosegue risalendo la valle del fiume Potenza e, affrontando un facile e antico valico, fino a giungere a Nocera Umbra. Lungo sentieri magnifici e sempre facilmente individuabili, si aggira il monte Subasio per giungere alla prima metta importante del C2C, Assisi, destinazione privilegiata ed estremamente importante per i pellegrini provenienti da tutto il mondo (anche meta del Cammino di San Benedetto).

Si attraversa poi la Valle Umbra per Bevagna, splendida cittadina medievale, e Gualdo Cattaneo; si giunge così a Todi, “la perla dell’Umbria. Attraversando il Parco Fluviale del Tevere, dal balcone naturale di Civitella del Lago, si presenta al nostro sguardo una vista mozzafiato sul lago di Corbara; dopo una meritata pausa, si proseguiremo per Orvieto, città etrusca, romana, medievale e rinascimentale su un’imponente rupe di tufo.

ph: SiViaggia

Percorrendo una via etrusca e poi romana, si riprende il cammino alla volta di Bolsena, sul lago omonimo, dove avvenne il miracolo eucaristico del 1263 che portò all’istituzione del Corpus Domini. Ci troviamo a percorrere un tratto della via Francigena, e deviando a occidente si raggiunge Onano, piccolo paese della Tuscia viterbese.

Un’altra semplice tappa conduce a Sorano, la prima delle “città del tufo” e,  per le due tappe successive si cammina lungo le Vie Cave, strade che gli etruschi avevano scavato nelle pareti tufacee di queste zone. In questo paesaggio dominato dall’elemento etrusco, e tra magnifici vigneti, si arriva a Sovana, gioiello medievale e importantissimo luogo etrusco, per poi raggiungere la famosa Pitigliano.

Attraverso sterrate lungo la valle del Fiora, si sfiora Manciano, “balcone” sulla Maremma per poi giungere a Capalbio. Ormai vicinissimi al Tirreno, si affronta un’ultima, entusiasmante tappa fino ad Orbetello, meta finale del C2C dopo aver attraversato il Tombolo di Feniglia e dove ci attenderà la vista dell’imponente Monte Argentario

Clima e Consigli

Specialmente a bassa quota e nei tratti più esposti, in estate il clima è caldo, rimanendo più umido nella Valle Umbra e in prossimità della Costa Tirrenica; più mite e piacevole è nell’Appennino e nelle zone di bosco che si attraversano. Il periodo più indicato è la primavera, che permette di svolgere il percorso in maniera fresca e piacevolissima, così come l’autunno, momento magico per i colori di cui si tingono i boschi. Il percorso, generalmente, è però affrontabile tutto l’anno, in quanto si raggiungono modesti livelli di quota (massimo 950 m/slm)

Informazioni

Partenza: ANCONA (fraz. PORTONOVO)
Arrivo: ORBETELLO
Tappe: 18 a piedi, 9 in bicicletta.
Tipo di percorso: Misto, privilegiando i sentieri e le sterrate; alcuni tratti di asfalto su stradine senza traffico.
Difficoltà: MEDIA
Come arrivare al luogo di partenza: In treno fino ad Ancona e bus per Portonovo.
Come ritornare dal luogo di arrivo: Da Orbetello in treno.
Dislivello massimo: 950 m/slm
Dislivello minimo: 3m/slm

Per maggiori informazioni, vi consigliamo di dare uno sguardo al sito ufficiale del cammino https://www.italiacoast2coast.it/

Buon Cammino!

Maria Chiara Tribulini

Cammini d’Italia