Regole di buon comportamento in montagna

La montagna è un luogo stupendo che va protetto e preservato.
Spesso capita che, per ignoranza o menefreghismo, il buon comportamento da adottare in questi luoghi non venga seguito. Così facendo, rischiamo di andare a rovinare la bellezza fragile di questi luoghi.
Soprattutto negli ultimi anni, dopo la pandemia, in molti hanno riscoperto il piacere di passare il proprio tempo libero all’aria aperta, il benessere che può dare la montagna e il camminare. Per questo, qui di seguito, ti riportiamo delle regole da seguire per rispettare il buon comportamento in montagna, utili anche per la tua sicurezza.

Comportamento in Montagna

Galateo in montagna: regole del buon comportamento

Rispetta la natura

  • Non disturbare gli animali e non dar loro da mangiare: è molto importante comprendere che non si fa del bene all’animale se diamo loro da mangiare o se cerchiamo di avvicinarli. Sono comportamenti che mettono a serio rischio questi animali. Li rendono più vulnerabili, con la possibilità che si alteri la loro socialità, vengono più facilmente uccisi o catturati proprio perché abituati all’essere umano.
    Per quanto riguarda di non dar loro del cibo, è perché, così facendo, vengono mal alimentati e si abituano a ricevere cibo anziché cercarselo, portando l’animale in serio pericolo nel momento in cui dovrà badare a se stesso.
    Non va bene spaventarli, potrebbero rischiare di farsi del male scappando.
    Abbi rispetto per gli abitanti della montagna, sei a casa loro;
  • non accendere fuochi: accendere fuochi nei boschi è vietato per legge. Soprattutto se fatti da gente incompetente, possono risultare molto pericolosi. Basta un niente per perdere il controllo e ritrovarsi ad aver appiccato un incendio;
  • non lasciare rifiuti in giro, neanche i fazzolettini (ci mettono mesi a decomporsi) puoi riporli dentro un sacchetto e buttarli una volta in valle. E’ buona abitudine avere con sé un sacchetto per raccogliere i rifiuti che si trovano in giro per i sentieri, non solo i propri. Anche quando sei in un rifugio o bivacco, ricordati di portare i tuoi rifiuti in valle;
  • non raccogliere fiori;
  • evitare di urlare e fare rumori molesti, fa sì che la montagna resti un luogo di tranquillità e pace e non un parco giochi;
  • restare sui sentieri segnati, non uscire fuori sentiero prendendo “scorciatoie”;
  • se sei in MTB regola la velocità, rispetta i divieti sui sentieri;
  • rispetta le tradizioni e la cultura dei luoghi, ricordando che sei a casa d’altri.

Escursionisti responsabili

  • Controlla sempre il meteo prima di partire per un escursione;
  • se cammini da solo, avvisa qualcuno del tuo itinerario. Sarebbe utile anche registrarsi sui libri di vetta e dei rifugi;
  • non creare ometti di pietra a caso, potrebbe far perdere l’orientamento a qualcun altro;
  • scegli percorsi adatti a te e alle altre persone del gruppo. Bisogna tenere il passo della persona più lenta;
  • avvisa i rifugi del tuo arrivo, adattati e non arrivare in ritardo per la cena;
  • avere sempre il cellulare carico, porta con te la mappa topografica e la torcia;
  • porta sempre acqua a sufficienza e qualcosa da mangiare;
  • ascolta il tuo corpo e fermati quando ne senti la necessità;
  • usa l’attrezzatura giusta, anche in base alle condizioni meteo;
  • obbligatorio: il kit di primo soccorso!!!

Poche ma semplici regole che se tutti rispettassimo contribuiremmo a lasciare la montagna un luogo di bellezza e pace, selvaggia e incontaminata come dovrebbe essere. Ci sono già tanti fattori che mettono a rischio la sua “salute”, dal cambiamento climatico alla continua costruzione di impianti sciistici, che vanno a lederla e a indebolirla.
Inoltre, bisogna tener presente che la montagna non è un parco giochi, ma bensì un luogo di infinita bellezza che può essere molto pericolosa, ed è bene avere alcune accortezze per far sì che non capitano incidenti, non mettendo a rischio anche la vita dei soccorritori.

Buona montagna a tutti, con responsabilità!

Ti può interessare anche: Calze per trekking e cammini: tutti i consigli tecnici su come sceglierle

Cecilia Mercadante

Camminatrice solitaria sempre alla scoperta di nuovi cammini e sentieri da percorrere. Appassionata del viaggiare a piedi e scrittura, ha unito le due passioni creando il suo blog A Piedi il Mondo.

Articolo di
Cammini d'Italia